sali di Schüssler (chiamati anche New Era) sono dodici preparati a base di sali minerali diluiti, utilizzati a scopo terapeutico in medicina naturale e complementare, ideati nella seconda metà dell’ottocento dal medico tedesco Wilhelm Schüssler.

La somministrazione di questi sali allo scopo di curare disturbi e malattie si sostanzia in quella che Schüssler definì terapia biochimica.

Nel corso dei suoi studi osservò all’interno del corpo umano la presenza di dodici sali inorganici e attribuì loro grande importanza nella fisiologia delle cellule e quindi nel benessere dell’organismo e del suo funzionamento. Da questo si convinse che causa scatenante di molte anomalie e malattie fosse un’alterazione dell’equilibrio e delle concentrazioni di questi sali nel corpo umano.

Sulla base di questa teoria, pensò che questi sali preparati e somministrati in diluizioni omeopatiche potessero ripristinare le normali funzioni fisiologiche cellulari.

Precisiamo che i sali di Schüssler vengono diluiti e dinamizzati omeopaticamente, e a ciò segue poi un processo di succussione, ma non sono da considerarsi preparati omeopatici, in quanto non seguono la regola del simillimum. Non compensano eventuali carenze saline ma servono per inviare informazioni alle cellule dell’organismo allo scopo di aiutarle a rimediare agli squilibri di sali minerali che possono dare origine a disturbi e patologie. La somministrazione dei sali di Schüssler, inoltre, stimolerebbe le cellule dell’organismo ad assorbire e utilizzare correttamente i sali inorganici assunti con la dieta.

In altre parole, secondo Schüssler, l’assunzione dei suoi sali incoraggerebbe l’auto-guarigione da parte delle cellule e dell’intero organismo.

Sono considerati integratori alimentari che, abbinati ad una corretta nutrizione, promuovono sia il benessere biologico che psico-fisico.

In rapida sintesi i 12 sali assumibili per stati generali o specifici di malessere sono:

  • Calcium fluoratum (Fluoruro di calcio) indicato per quei disturbi in cui si rileva perdita di elasticità dei tessuti, sia muscolare che ossea, venosa, ghiandolare. Facilita la circolazione.
  • Calcium phosphoricum (fosfato di calcio) adatto per curare problemi ossei e dentari e consigliato in caso di anemie, debolezza del sistema immunitario, osteoporosi, disturbi della crescita delle ossa, mal di testa ed emicranie.
  • Ferrum phosphoricum (fosfato di ferro) quando ci sono infiammazioni, stati influenzali e piccola febbre, distorsioni.
  • Kalium chloratum (cloruro di potassio) è il preparato consigliato quando le mucose sono infiammate, quando c’è catarro, in presenza di geloni e scottature, contro infiammazioni tendinee.
  • Kalium phosphoricum (fosfato di potassio) è un sale che agisce sul sistema nervoso; utile in caso di debolezza, stanchezza mentale, insonnia, inquietudine.
  • Kalium sulfuricum (solfato di potassio) adatto per le infiammazioni croniche, anche in presenza di pertosse e bronchite; ottimo come disintossicante del fegato.
  • Magnesium phosphoricum (fosfato di magnesio) utile contro crampi, convulsioni, coliche e dolori, insonnia, ansia. Abbassa il livello di colesterolo nel sangue.
  • Natrium chloratum (cloruro di sodio) impiegato in caso di squilibri del sistema epatico e biliare; utile in caso di disidratazione, e anche se ci sono vampate di calore e perdita eccessive di liquidi per vomito e diarrea.
  • Natrium phosphoricum (fosfato acido di sodio) ideale per neutralizzare gli acidi in eccesso nell’organismo. Utile dunque nei casi di in caso di iperacidità gastrica e in caso di eccesso di acido urico (gotta).
  • Natrium sulfuricum (solfato sodico anidro) efficace contro l’eliminazione dell’eccesso di liquidi, ottimo purificante che aiuta a disintossicare l’organismo. Viene utilizzato in caso di problemi al fegato e alla cistifellea.
  • Silicea (acido silicico) agisce sulla maggior parte dei tessuti dell’organismo, essendo importante per la formazione della cute e delle mucose, di capelli, ossa e unghie. È un rimedio suggerito quando si assiste a un invecchiamento precoce della pelle, alla perdita di capelli, a foruncolosi.
  • Calcium sulfuricum (solfato di calcio) ha un’azione antiinfiammatoria utile in presenza di ascessi, acne, brufoli, malattie della pelle e infiammazione delle mucose degli occhi.