Dr.ssa Cristina Battaglia

Dr.ssa Cristina Battaglia

la leggenda racconta che questa gemma e’ stata per molto tempo usata come talismano portafortuna e di successo a chi lo indossasse, ma diverse culture e religioni interpretavano i poteri di questa pietra:

Gli antichi greci credevano nella capacita’ di  prevedere il futuro.  Gli  antichi romani la credevano simbolo di speranza e purezza. Gli arabi pensavano fossero caduti dal cieo con un fulmine e dunque potesse proteggere dai fulmini oltre a conferire il potere dell’invisibilita’. Infine secondo una tribu’ australiana gli opali sarebbero stati creati da una creatura scesa sulla terra a cavallo di un grande arcobaleno e avrebbe trasformato tutte le rocce co toccava in pietre risplendenti e con tutti i colori dell’arcobaleno.

Origine del nome:  deriva dal latino “opalus”, che a sua volta deriva dal greco “opallios” e significa “vedere un cambiamento”; secondo l’etimologia  greca è “ophtalmios” = gemma dell’occhio ,  ma altra fonte indica il nome  “upala” = pietra preziosa .

estrazione diverse varieta’ :  opale nero:  australia in particolare si pensa che l’origine di queste pietre deriva dall’evento geologico che porto’ all’emersione del great australian basin in un area un tempo occupata da un vasto mare interno, infatti la maggior parte dei giacimenti di Opale australiano si trova in questo bacino e le gemme sono il prodotto della disgregazione di rocce sedimentarie depositatesi sopra più antiche rocce ospitanti.

opale Fuoco Messicano : in peru messico e brasile senza giochi di colore

composizione chimica: La struttura e’ composta da microsferette di biossido di silicio allineate a formare un reticolo a forma di piramide, la rifrazione della luce attraverso gli spazi tra le sfere  generano un caratteristico gioco di colori che mutano a seconda dell’angolo di osservazione. nella varieta’ dell’0pale di Fuoco Messicano le microsfere di biossido di silicio invece  sono distribuite casualmente e in tal caso e’ assente il gioco di colore.