FullSizeRender

Dr.ssa Cristina Battaglia

la leggenda: Una antichissima leggenda greca ci narra che Era, dea del matrimonio, passeggiando sul monte Olimpo, incontrò una cicogna ferita ad una zampa. La curò amorevolmente e questa, per mostrarle la sua riconoscenza, arrivò un giorno portando un grande rubino nel becco che le pose in grembo. Brillava come il fuoco…..e come il fuoco illuminava la notte: la dea, da quel momento, se ne servì per rischiararsi il cammino quando, calato il sole, percorreva i sentieri del monte sacro agli dei e agli uomini.

Questa leggenda deriva probabilmente da una usanza degli orientali che, da tempi immemorabili, chiamano il rubino pietra splendente o pietra lampada.

Composizione Chimica : Il Rubino come lo Zaffiro una varietà colorata del minerale Corindone, composto da cristalli di ossido di alluminio e  presenza in tracce di  cromo, ferro e titanio, conferendo alla pietra un arcobaleno di colori. L’intensita’ del colore rosso del Rubino e’ dovuto alla presenza del cromo mentre

Il Rubino deve il suo rosso al cromo, mentre la tonalità piu scura  deriva dalla presenza del ferro.  Anche il purosangue Rubino è però solo per l´80% rosso e per il restante mostra tonalità arancio, rosa acceso, lilla e violetto.

Estrazione: fondamentalmente deriva dallo sri lanka