La caduta dei capelli si presenta in maniera assai diversa nell’uomo e nella donna.

Il diradamento grave dei capelli (definito come più dei tipici 50-100 capelli che perdiamo quotidianamente) si verifica per circa il 60% degli uomini dai 50 anni e il 40% delle donne dai 40 anni.

Sebbene i capelli maschili e femminili siano composti da sostanze praticamente identiche, volume, spessore e velocità di crescita sono influenzati dagli ormoni e di conseguenza variano molto da uomo a donna, oltre che da persona a persona. Nell’uomo generalmente i capelli sono più spessi e duri, mentre nella donna più soffici e relativamente sottili.

La genetica è la causa più comune di perdita di capelli.

Anche i fattori esterni possono svolgere un ruolo. L’uso di coloranti chimici aggressivi e rilassanti può esacerbare la situazione, mentre lo stress o una dieta squilibrata possono anche portare a un’ulteriore perdita di capelli.

Le donne, rispetto agli uomini, perdono i capelli in modo più ampio, il che significa che si assottigliano dappertutto. Invece, la perdita di capelli maschile è più evidente, perché inizia con un’attaccatura più alta e spesso si traduce in calvizie completa o quasi. La caduta dei capelli delle donne, sebbene diffusa, colpisce tutta la testa più che l’attaccatura dei capelli.

Le donne possono notare la loro fronte diventare gradualmente più ampia quando tirano indietro i capelli per legarli, ad esempio. Un’altra differenza fondamentale rispetto agli uomini sta nel fatto che raramente il diradamento dei capelli nelle donne progredisce fino alla calvizie.

Ci sono 3 cause principali dietro la caduta dei capelli:

1 – CADUTA DEI CAPELLI ORMONALE

La più comune riguarda il cambiamento ormonale, in particolare i livelli in aumento di diidrotestosterone – DHT. Questi cambiamenti ormonali sono determinati geneticamente, si verificano naturalmente per tutta la vita: iniziano prima per gli uomini e nelle donne sono potenziati dagli effetti della menopausa.

2 – CADUTA DEI CAPELLI DA TRAUMA PSICOLOGICO

Un’altra causa importante è legata a un trauma psicologico. Alcuni eventi stressanti della vita possono indurre i follicoli piliferi a smettere prematuramente di crescere. Tuttavia, questa condizione è spesso temporanea e i capelli ricominciano a crescere 6 mesi dopo il trauma.

3 – CADUTA DEI CAPELLI PER PROBLEMI DI SALUTE

A volte la perdita dei capelli può essere un sintomo di una malattia più grave o di una carenza nutrizionale. Questo è uno dei motivi per cui è così importante parlare con un medico autorizzato di qualsiasi perdita significativa.

Infine, la terza e ultima causa più importante riguarda alcuni problemi medici che possono portare alla perdita di capelli: come problemi alla tiroide, carenza nutrizionale, disturbi autoimmuni, farmaci e trattamenti per il cancro, ma se trattati, la crescita dei capelli a volte può ritornare.



È importante prendersi cura dei propri capelli con prodotti rispettosi del cuoio capelluto e adatti al proprio bisogno. Inoltre, in caso si intenda assumere integratori alimentari per capelli o prodotti topici contro la caduta, è bene sapere che esistono formule specificamente studiate per le esigenze dei capelli dell’uomo o della donna.