Sembra il nome di una patologia in realtà niente di più meraviglioso di questa pietra cangiante di crisoberillio rossa di sera blu-verde col sole.
È stata scoperta nel 1830 sui monti Urali così in onore dello zar di Russia , Alessandro II, ne ha preso il nome .

 

L’alessandrite è una rara varietà di crisoberillo, che presenta frequentemente cangianza mostrando colore rosso se illuminata con luce artificiale e colore verde quando illuminata con luce naturale.
L’effetto è dovuto alla sostituzione, in piccola parte, dell’alluminio con il cromo. Le stesse impurità di cromo sono presenti anche nel corindone (che in tal caso viene chiamato rubino) e nello smeraldo. Anche in quest’ultimo caso il cromo è causa di un effetto di cangianza: alla luce lo smeraldo appare verde, mentre alla luce UV appare rosso per fluorescenza.

Può essere tagliata a gemma ed i campioni che mostrano una evidente cangianza possono avere prezzi molto elevati. In rarissimi casi è gatteggiante: un fenomeno ottico presente in alcuni tipi di pietre preziose, come il quarzo ed il crisoberillo, ed è dovuto alla presenza d’intrusioni cristalline aghiformi e parallele all’interno della gemma.

Dr.ssa Cristina Battaglia
IMG_0658