Dr.ssa Cristina Battaglia

Dr.ssa Cristina Battaglia

TANZANITE

origini:  pietra originaria della Tanzania terra ricca di natura incontaminata e di giacimenti di questa pietra preziosa, l’intenso colore blu dei cristalli la rende  una delle pietre più affascinanti sul mercato.

La Tanzanite possiede un effetto speciale da osservare : il pleocroismo. Con pleocroismo si intende la variazione di colore che si manifesta osservando la gemma da varie direzioni. I colori tipici della Tanzanite sono il blu,  blu-violetto, porpora, viola o una combinazione di queste tonalitá. Un altro effetto speciale è il suo movimento di colore, blu alla luce del giorno, e toni di viola e porpora quando illuminata da una candela.

TURCHESE

il Turchese è una pietra con una lunga ed estesa tradizione: dal primo giacimento in Sinai fino ai gioielli creati dagli indigeni americani. Alcuni reperti archeologici indicano che il Turchese veniva usato, circa 5000 anni fa in Egitto, come ornamento per le pietre tombali, e anche alcune tribù Atzeche dell´America Centrale erano solite ornare le maschere da cerimonia con questa interessante gemma. Dal XIII secolo questa gemma popolare, grazie alla sua bellezza, veniva utilizzata anche come moneta in Nord e Sudamerica da Aztechi, Maya, Anasazi, Zuñi, Navajo ed Apache. In Europa invece, il Turchese cominciò ad essere apprezzato fin dal Medioevo, e ancora oggi mantiene inalterato il suo grande valore.

origini: turchese o pietra turca :  il nome proviene probabilmente dalla rotta commerciale dalla Persia attraverso l´odierna Turchia verso la Francia) cresce in grandi quantitá nei crepacci o nei rivestimenti e nelle venature delle rocce incassanti.

composizione chimica: formati da fosfato di alluminio contente rame e possono avere sfumature di colore blu chiaro, verde-blu o verde mela. (gli elementi coloranti sono rame o ferro). La maggior parte dei corpi delle gemme sono opachi (non trasparenti) e vengono ornati da diversi motivi, che rendono ogni Turchese un esemplare unico. Questa cosiddetta „matrice“ è formata anche da altri minerali come la Pirite (conosciuta anche erroneamente come „Marcassite“) o composizioni rocciose come la Limonite.

 

Zircone

Il più antico minerale del Mondo

origine: Il nome Zircone deriva dalla parola araba “zarkun“ (rosso) o dal termine persiano “zar” (oro) e “gun” (colore). Questa indicazione cromatica in realtà può trarre in inganno, perchè in realtà sono molteplici le colorazioni che lo offre.

I gioielli con Zircone attirano sicuramente l´attenzione. Ma il fascino che possiede un amante dei gioielli per i suoi esemplari preferiti va ben oltre la semplice apparenza. Ogni storia e ogni emozione sono collegate alla pietra preziosa che viene indossata, e pensate a quante esperienze si potrebbero raccontare su una gemma riconosciuta come la più antica del Mondo! Nel 2014, in un allevamento di pecore in Australia, è stato scoperto un cristallo di Zircone risalente a 4,4 miliardi di anni fa, che dimostra che la Terra in quel momento si stava trasformando da una palla di roccia fusa ad una superficie congelata in grado di sostenere la vita. L´idea che questo singolo granello di Zircone possa essere usato per determinare la storia della Terra è sicuramente per molti motivo di fascino.

estrazione: Lo Zircone viene estratto in Cambogia, Nigeria, Sri Lanka e Tanzania.

storia: negli anni  ´70 diventò molto popolare un´imitazione del Diamante chiamata Zirconia. La somiglianza tra questi due nomi ha creato spesso confusione, ma non bisogna confondere la bellezza, la durevolezza e la raritá di questa gemma naturale con una pietra sintetica. Uno dei più interessanti esempi di queste varietá è il leggendario Zircone Ratanakiri, che deve il suo nome al luogo di provenienza, una cittadina nel sud-est della Cambogia.

colori:  E´possibile trovare lo Zircone in molti colori, anche se le varietá più popolari sono sicuramente quelle blu e bianche (incolori). Questa pietra preziosa stupisce con il suo intenso color neon, inimitabile anche da parte di altre gemme blu come lo Zaffiro e l´Acquamarina. Questo fa dello Zircone Ratanakiri non solo un membro della famiglia delle pietre preziose, ma anche un esempio unico di bellezza e raritá. Ogni Zircone possiede, indipendentemente dal suo colore, incredibili qualitá ottiche, che ha in comune soltanto con il Diamante : fuoco e brillantezza. La luce incidente viene divisa nello spettro di colori e riflessa. Se si prova a mettere uno Zircone sotto la luce diretta sará possibile osservare come la luce generi nelle sfaccettature degli splendidi motivi di colore.

composizione chimica: l’ossido di zirconio è stato scoperto nel 1892, ma solo nel 1937 è stata trovata la Zirconia nel suo stato naturale, i cui cristalli erano però troppo piccoli per essere tagliati come gemme. Negli anni 70 uno scienziato sovietico dell’istituto di fisica di Mosca riuscì infine a riprodurre la Zirconia in laboratorio. A partire dagli anni 80 la Zirconia fu commercializzata come sostituto economico del Diamante.