I nostri capelli rappresentano un importante indicatore per comprendere il nostro stato di salute.

Inquinamento, stress, ormoni, alimentazione sono solo alcuni esempi che possono inficiare lo stato dei nostri capelli.

I capelli hanno un ciclo di vita caratterizzato da 3 fasi principali: la fase di crescita chiamata anagen, la fase di catagen ovvero di regressione ed infine un periodo di riposto telogen. La crescita del capello è di circa 1-1,5 cm al mese e la durata della sua vita varia dai 2 ai 6 anni. È quindi a tutti gli effetti un elemento vivente.

Può considerarsi fisiologica una perdita di al massimo 100 capelli al giorno.  A differenza degli animali che nel corso dell’anno vivono dei momenti di muta periodica del pelo, nell’uomo il ciclo capillifero è piuttosto asincrono, anche se possiamo individuare due periodi dell’anno in cui si assiste ad una caduta dei capelli più copiosa. 

Come abbiamo detto, la salute della chioma riflette lo stato di benessere generale del nostro organismo. In primis possiamo agire sui nostri capelli a partire da quello che mangiamo. Come ogni cellula del nostro corpo ha bisogno di crescere e svilupparsi con il giusto nutrimento, anche per i capelli sono fondamentali vitamine, amminoacidi, oligoelementi e sali minerali a cui il bulbo capillare può attingere.

Ecco i nutrienti che non devono mai mancare sulla nostra tavola:

  • Sali minerali e preziosi oligoelementi come ferro, rame, zinco, manganese, selenio e magnesio che troviamo in frutta e verdura, soprattutto cruda
  • Vitamine come la vitamina A, E e le vitamine del gruppo b che troviamo nei cereali integrali tra cui il miglio, molto consigliato per il benessere dei capelli, nel pesce e negli ortaggi, specie quelli a foglia verde, cosi come nella frutta oleaginosa specie nelle noci, nei semi di zucca e nel sesamo
  • Amminoacidi come lisina e cistina che formano la cheratina. La prima la troviamo nel pesce, nei fagioli, nelle uova e nella carne, mentre la cistina, che svolge anche un’azione antiaging, la troviamo oltre che nella carne anche nelle piante ricche di composti solforati come cavoli, broccoli, aglio, crescione e cipolle
  • Grassi buoni come quelli provenienti dall’olio extravergine di oliva, dal burro di cocco, dal ghee e dalla frutta secca specie dai semi di lino.

Alcune piante che possono aiutarti:

EQUISETO: conosciuto anche come ‘coda cavallina’, grazie all’alto contenuto di antiossidanti e di silice che contiene stimola e tonifica il cuoio capelluto e favorisce la crescita del capello. Svolge un’azione rimineralizzanti e regola la produzione di sebo nel trattamento dei capelli grassi. E’ utile anche per idratare la pelle e rinforzare le unghie fragili. Qui sotto trovi il link per vedere quello che io consiglio

ORTICA: grazie all’alto numero di vitamine e minerali rinforza i capelli. È ricca di rame, ferro, zinco e zolfo e di vitamine del gruppo b. Questi componenti consentono di prevenire la caduta dei capelli, di combattere la forfora e di sostenere capelli fragili e sottili. Qui sotto trovi il link per vedere quello che io consiglio

MIGLIO: è ricco di vitamina A, acido folico, zinco, ferro, calcio e amminoacidi solforati. Promuove la formazione di cheratina e previene la caduta. Puoi assumerlo attraverso i cibi che prepari o come integratore. Ecco uno dei miei integratori preferiti a base di miglio:

CASSIA OBOVATA: nota come henné neutro, è utilissima nel trattamento dei capelli sfibrati o sottili o per le chiome chimicamente rovinate. Dona volume, corposità, lucentezza e non inficia il colore dei vostri capelli. Si applica come impacco una volta al mese per una quarantina di minuti. Ha un effetto ristrutturante e volumizzante e funge anche da disciplinante. Questo è quello che ti consiglio:

OLIO DI RICINO: attraverso degli impacchi, che si possono eseguire due volte al mese nel periodo annuale della caduta fisiologica del capello, nutre e rinforza in profondità la chioma e il cuoio capelluto. Rinforza capelli ma anche ciglia, sopracciglia e unghie. Attenuta il prurito del cuoio capelluto e combatte la forfora.

OLIO DI COCCO: è utilissimo soprattutto sulle lunghezze attraverso degli impacchi anche settimanali da fare se si presentano capelli particolarmente sfibrati e secchi sulle punte. È anche un ottimo disciplinante. Questo è ottimo per i capelli: